sabato 28 novembre 2009

quando i sogni dipingono l'aria

Ero piuttosto piccolina quando mi chiesero per la prima volta quale fosse il mio sogno.
"Fare la cantante o la giostraia, quella che da i gettoni".

La vita è una giostra, si cambia, dicono che si maturi, si guarda indietro, ci si ferma, si rimpiange, si ama e si è vili, si tenta di trovare una via, non necessariamente la più semplice.

Ecco, sognare è la virtù dei solitari, di chi chiude gli occhi per osservare meglio, di chi non ha bisogno di urlare per essere ascoltato da questo mondo che sembra cieco.

Ero piuttosto piccolina quando chiesi a mia mamma cosa fosse una montagna.
"Immaginati un pò più alta, spalle più larghe, mani in grado di avvolgere le mie. Poi chiudi gli occhi e saprai cos'è una montagna".

Sono piuttosto grande per rincorrere ancora i miei sogni, ma non ho ancora avuto il coraggio di riaprire gli occhi


di ILENIA VOLPE

8 commenti:

TriToN ha detto...

sai cosa penso ogni volta che leggo o ascolto qualcosa di tuo??? Penso: "Oddio, mi ha stupito di nuovo". Quello che penso Ilé, è che ti meriti qualcosa di così straordinario che io non posso neanche immaginare da lontano...
mi sono commosso di nuovo,
grazie ancora una volta :)

TriToN ha detto...

ps: la semplicità in alcuni casi è la cosa più bella che esiste.

Ikaro ha detto...

La semplicità è la chiave di tutto...l'hai capito,e infatti riesci ad entrare nel cuore di chi legge.
Bacio.
Marco Murgo

Pasquale ha detto...

"Ecco, sognare è la virtù dei solitari, di chi chiude gli occhi per osservare meglio, di chi non ha bisogno di urlare per essere ascoltato da questo mondo che sembra cieco."
Come diceva saggiamente martin Luther King, “non è delle grida dei malvagi che bisogna avere paura ma del silenzio dei giusti”
ho sempre pensato che chi sogna lo fa per assaporare quella libertà pura che questo mondo fa di tutto per toglierci e ciò si collega quando dici.."Sono piuttosto grande per rincorrere ancora i miei sogni, ma non ho ancora avuto il coraggio di riaprire gli occhi" credo che il coraggio più grande sia tenerli chiusi soprattutto quando si è adulti e ciò non vuol dire perdere il contatto con la realtà al contrario ci permette di guardarla con occhi diversi per poi avere una forma di coraggio ancora più grande che è quella di provare a canmbiarla perchè nel momento in cui cadiamo nella trappola dei soliti pensieri e delle solite parole "meglio farsi i fatti propri e pensare a se stessi perchè tanto il mondo non cambia" diventiamo schiavi di una realtà che noi non abbiamo voluto ma che come schiavi ciechi e sordi abbiamo contribuito colpevolmente a costruirla fino all'annientamento del nostro essere.

Pasquale ha detto...

Ieri mio fratello è passato da casa mia per invitarmi a pranzo fuori,un bel ristorantino giapponese. Ho accettato ben volentieri visto che lo vedo poco. Entriamo al ristorante, e mentre pranzavo si avvicina una bambina stupenda, bellissima, come tutti del resto a quella età nessun bambino/a è brutto/a, son tutti belli, e mi da un fiore, notando che lo faceva con tutti. La osservavo andare fuori raccoglierli e consegnarli a tutti indistintamente, e quando è toccato a me ricerverlo beh, non ti nascondo che l'ho guardata un attimo negli occhi , di più non riuscivo perchè troppo emozionante, e credimi trattenere le lacrime è stata un'impresa. quel fiore l'ho tenuto, ce l'ho con me ben custodito per ricordare a me stesso che c'è sempre qualcosa per cui vale la pena vivere , amare la vita e sognare ingenuamente come un bambino. Sono cose che danno un senso alla propria esistenza.

Foxy Lady ha detto...

quando avevo 12 anni è nata la mia sorellina.. credo di poter ancora sentire la sua manina stringere la mia, come se fosse ieri.


quell'emozione, per me, corrisponde al respiro.. :)

Pasquale ha detto...

Ilèè non vedo l'ora che mio fratello e la sua sposa mi regalino il primo nipotino/a.. non ti nascondo che preferirei di gran lunga una femminuccia ihihihih ha una luce diversa non so come spiegarti. Naturalmente anche un maschietto sarà fonte di gioa ovvio. auauauauau non vedo l'ora :O)) ma non dipende da me grgrrgrgrewgru :D

Aeffe ha detto...

Finché ci saranno persone come te, il mondo sarà un bel posto...
E di questo ringrazio pure tua madre...